• Home
  • /News
  • /Comunicazione del nominativo RLS – Nuove modalità operative

Comunicazione del nominativo RLS – Nuove modalità operative

RLSll datore di lavoro o il dirigente hanno l’obbligo di comunicare in via telematica all’Inail, in caso di nuova nomina o designazione, i nominativi dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.

L’INAIL con Circolare n.11 del 10 febbraio 2014 ha fornito indicazioni riguardanti la comunicazione del nominativo dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza.

Comunicazione del nominativo RLS

La procedura consente di effettuare la prima comunicazione e/o le variazioni a seguito di nuove nomine e/o designazioni. Tale comunicazione deve essere effettuata esclusivamente con modalità telematica attraverso i servizi on line accessibili dal sito dell’Istituto.

La comunicazione deve essere effettuata per la singola azienda, ovvero per ciascuna unità produttiva in cui si articola l’azienda stessa, nella quale operano i Rappresentanti.

Dall’8 gennaio 2013 la procedura telematica, relativa alla dichiarazione delle unità produttive, è stata scorporata da quella della comunicazione RLS; da quella data è quindi necessario provvedere all’inserimento dei dati della Unità produttiva prima di accedere alla procedura RLS.

Denuncia nominativa soci, collaboratori e coadiuvanti artigiani e non artigiani

Dal 15 febbraio 2014 deve essere effettuata esclusivamente con modalità telematica la denuncia nominativa all’Istituto relativa a collaboratori e coadiuvanti delle imprese familiari, coadiuvanti delleimprese commerciali e soci lavoratori di attività commerciale e di imprese in forma societaria.

Tale denuncia, che il datore di lavoro, anche artigiano, ha l’obbligo di effettuare qualora i lavoratori non siano oggetto di comunicazione preventiva di instaurazione del rapporto di lavoro, dovrà essere effettuata esclusivamente utilizzando il servizio DNA soci.

In caso di problemi tecnici che impedissero l’inserimento delle comunicazioni relative ai nominativi Rls o alla Dna soci on line dovrà essere utilizzato  il canale PEC, alla casella di posta elettronica certificata della sede INAIL competente individuata attraverso il codice ditta, allegando la copia della schermata di errore restituita dal sistema e ostativa all’adempimento.

Dismissione del fax

Dal 15 febbraio 2014 il servizio fax n. 800657657 sarà dismesso e quindi non potrà più essere utilizzato per gli adempimenti sopra richiamati.

FONTE: directio.it

image_pdfimage_print