Lavoro: Unimpresa, manca svolta per creare occupazione

“I dati sul mercato del lavoro sono ancora una volta altalenanti: aumentano un po’ gli occupati, ma è in crescita anche la disoccupazione. Vuol dire che manca la svolta per creare nuova occupazione stabile, vuol dire che le imprese non hanno fiducia, che le prospettive di crescita restano basse e che il futuro è ancora al buio”.

Lo dichiara il presidente di Unimpresa, Giovanna Ferrara, commentando i dati diffusi oggi dall’Istat relativi al mercato del lavoro, secondo i quali per il terzo trimestre consecutivo aumenta il numero di disoccupati, la cui stima sale a 3 milioni 138 mila unità (più 51mila in un anno, con una crescita dell’1,7%), mentre il tasso di disoccupazione resta invariato al 12,1%. Secondo Ferrara “l’alto livello di disoccupazione pesa sull’intera economia. Meno stipendi si traducono in minori consumi e dunque in un più generale rallentamento della ripresa”.

image_pdfimage_print