• Home
  • /Agricoltura
  • /Sorveglianza sanitaria per lavoratori stagionali operanti nel settore agricolo

Sorveglianza sanitaria per lavoratori stagionali operanti nel settore agricolo

1_sorveglianza_sanitariaCon l’avvicinarsi della stagione lavorativa nel settore agricolo, si ricorda che già dall’aprile 2013 è entrato in vigore il Decreto Interministeriale 27 marzo 2013, contenente nuove disposizioni per la ‘Semplificazione in materia di informazione, formazione e sorveglianza sanitaria dei lavoratori stagionali del settore agricolo‘.

La semplificazione è prevista per le imprese che impiegano:

  • Lavoratori stagionali per non più di 50 giornate lavorative l’anno che svolgono lavorazioni “generiche e semplici” che non richiedono specifici requisiti professionali;
  • Lavoratori occasionali che svolgono prestazioni di lavoro accessorio come da D.Lgs. 276/2003 (lavoratori che rendono una prestazione lavorativa, anche per più committenti, che non superi il compenso di 5.000 euro l’anno).

Sorveglianza sanitaria:

  • I lavoratori di cui sopra devono effettuare, senza aggravi di costi per i lavoratori, visita medica preventiva da effettuarsi dal medico competente oppure dal dipartimento di prevenzione della ASL.
  • Tale visita medica ha validità biennale e consente al lavoratore idoneo di prestare la propria attività di carattere stagionale nel limite di 50 giornate l’anno anche presso altre imprese agricole.
  • Il Datore di lavoro deve acquisire copia del certificato di idoneità sanitari.

 

image_pdfimage_print