• Home
  • /Posts Tagged ' Cassazione '
  • /Page 2

Archives

Cassazione Penale, Sez. 4, ud. 09 febbraio 2016 (deposito marzo 2016), n. 12683 – Caduta da una scala di legno a pioli. Lavori ad un’altezza superiore ai due metri in assenza di idonee protezioni

SentenzaFatto:
l. Il Tribunale di Lecce, Sez. dist. di Casarano, con sentenza emessa in data 22 febbraio 2012, dichiarava R.R. colpevole del delitto di cui all’art. 590 comma 3 c.p., commesso in località Matino, il 27 marzo 2007, ai danni …

Leggi Tutto →

 

Cassazione Penale, Sez. 4, 22 marzo 2016, n. 12235 – Responsabilità di un datore di lavoro per infortunio. Non valida la delega di funzione

SentenzaFatto:

1. Con l’impugnata sentenza resa in data 12 giugno 2014 la Corte d’Appello di L’Aquila, in parziale riforma della sentenza del Tribunale di Teramo, sezione distaccata di Atri, appellata dall’imputato R.F., concedeva al medesimo il beneficio della sospensione condizionale …

Leggi Tutto →

 

Cassazione Penale, Sez. 4, 22 marzo 2016, n. 12224 – Infortunio mortale durante i lavori di sostituzione di un telo serricolo. Mancanza di DPI e responsabilità di committente, datore di lavoro e RSPP

SentenzaFatto:
1. Con l’impugnata sentenza resa in data 25 giugno 2014 la Corte d’Appello di Catanzaro confermava la sentenza del Tribunale di Castrovillari del 22 febbraio 2012, appellata da C. Mario, C. Andrea e D. Lorenzo.
Questi erano stati tratti …

Leggi Tutto →

 

Cassazione Penale, Sez. 4, 08 febbraio 2016, n. 4987 – Infortunio mortale durante le operazioni di posa di cavi elettrici sulla galleria. Aperture non protette e responsabilità in appalto. Coordinatore per l’esecuzione

SentenzaFatto

1. L.P. e V.V., insieme al coimputato M.D., erano stati giudicati per il reato p e p dall’art 589 co 1 e co 2 cod. pen. perché nelle rispettive qualità: M.D. quale datore di lavoro di T.O. e quale

Leggi Tutto →

 

Cassazione Penale, Sez. 4, 13 gennaio 2016, n. 1036 – Infortunio occorso ad un tornitore. Non si può imporre un divieto nel documento di valutazione dei rischi senza fornire istruzioni alternative. Responsabilità datoriale e ruolo del RSPP

SentenzaPresidente: D’ISA CLAUDIO Relatore: PEZZELLA VINCENZO Data Udienza: 10/12/2015

Fatto

1. La Corte di Appello di Brescia, pronunciando nei confronti dell’odierno ricorrente, B.G., con sentenza del 24.10.2014, confermava la sentenza emessa dal Tribunale di Brescia, emessa in data 6.12.2010, e …

Leggi Tutto →

 

Cassazione Penale, Sez. 4, 18 gennaio 2016, n. 1841 – Mancanza dei presidi di sicurezza dell’impalcatura: parapetto e tavola fermapiede. Non basta che le cinture siano presenti in cantiere

SentenzaPresidente: CIAMPI FRANCESCO MARIA Relatore: MENICHETTI CARLA

Fatto

1. Con sentenza in data 31.10.2014 la Corte d’Appello di Firenze confermava la sentenza emessa il 19.4.2012 dal Tribunale di Grosseto di condanna di M.M. alla pena di giustizia quale responsabile del …

Leggi Tutto →

 

Sentenza Cassazione Penale, Sez. 4, n. 50070 del 21/12/ 2015 – Le norme di sicurezza mirano a tutelare anche in ordine ad incidenti derivanti da negligenza, imprudenza e imperizia del lavoratore. Quando il comportamento del lavoratore diventa causa sopravvenuta

SentenzaSentenza Cassazione Penale, Sez. 4, n. 50070 del 21 dicembre 2015 – Le norme di sicurezza mirano a tutelare anche in ordine ad incidenti derivanti da negligenza, imprudenza e imperizia del lavoratore. Quando il comportamento del lavoratore diventa causa sopravvenuta.

Leggi Tutto →

 

Cassazione Civile, Sez. Lav., 02/12/2015, n. 24538 – L’obbligo di un ambiente salubre è un obbligo anche nei confronti del collaboratore coordinato che per l’esecuzione del contratto debba operare all’interno dell’impresa

Sentenza…” Sulla questione posta in via generale dal ricorrente dell’ambito della garanzia delle condizioni di sicurezza dell’ambiente di lavoro posta a carico dell’imprenditore, deve comunque puntualizzarsi che è vero che questa Corte ha in più occasioni affermato che l’art. 2087

Leggi Tutto →

 

Sicurezza sul lavoro. Stop all’ammenda se la condanna recepisce acriticamente il verbale ispettivo

SentenzaCassazione Penale, sentenza depositata il 14 dicembre 2015.

In materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il recepimento acritico del verbale ispettivo dell’INPS rende illegittima la condanna alla pena dell’ammenda inflitta all’imprenditore dal giudice penale.…

Leggi Tutto →

 

Cassazione Penale, Sez. 3, 20 novembre 2015, n. 46151 – Visita ispettiva e irregolarità. Condizione di procedibilità dell’azione penale.

SentenzaFatto

1.1 Con sentenza del 17 maggio 2013 il Tribunale di Napoli in composizione monocratica assolveva R.V., nella sua qualità di titolare della ditta individuale Art & Decor esercente attività edilizia, dai reati di cui agli artt. 18 comma 1 …

Leggi Tutto →

 

Cassazione Penale, Sez. 4, 26 novembre 2015, n. 46979 – Regole per l’attività cantieristica in sospensione e infortunio mortale del lavoratore in nero. Art. 2087 c.c.

SentenzaLa Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 46979 depositata il 26 novembre 2015, ha affermato la responsabilità del datore di lavoro per l’infortunio mortale occorso al lavoratore anche qualora non vi siano state violazioni di norme …

Leggi Tutto →

 

Cassazione Penale, Sez. 4, 09 novembre 2015, n. 44793. Investimento di un pedone nel piazzale di carico e scarico. Rischio previsto nel DVR ma nessuna attuazione delle misure preventive.

SentenzaFatto

1. Con sentenza del 21\3\2013 la Corte di Appello di Milano confermava la condanna di F.L. per il delitto di cui all’art. 589 c.p. per omicidio colposo in danno di G.R. (acc. in Sedriano il 8\4\2006).
Al F.L. era …

Leggi Tutto →

 

L’oggetto troppo ampio e generico inficia la regolarità della fattura

FattureL’indistinto accorpamento di svariate prestazioni, molto differenti sotto il profilo dei contenuti, fa venir meno gli obiettivi di trasparenza e conoscibilità fissati dalla normativa Iva.

Le fatture devono identificare in maniera esatta e precisa l’oggetto della prestazione, specificandone natura, qualità …

Leggi Tutto →