770 Semplificato e Ordinario: pronte le modifiche

770Con provvedimento dell’11 maggio 2015, l’Agenzia delle Entrate comunica che sono state apportate modificazioni ai modelli 770/2015 Semplificato e 770/2015 Ordinario e alle relative istruzioni, approvati con separati provvedimenti del 15 gennaio 2015. Modifiche sono state riservate anche per le relative specifiche tecniche che sono state approvate con separati provvedimenti del 19 febbraio 2015.

Alle istruzioni pubblicate nel sito internet dell’Agenzia delle Entrate, concernente l’approvazione del modello 770 Semplificato e Ordinario sono state apportate varie modificazioni riguardanti:

a. la parte A “dati relativi al dipendente, pensionato o altro percettore delle somme”;
b. la parte B “dati fiscali”;
c. la parte “dati relativi al percipiente delle somme” della comunicazione dati certificazioni lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi;
d. il prospetto SX “riepilogo dei crediti e delle compensazioni”.

Tra le tante, spiccano quelle relative alle modifiche nelle istruzioni, alla pagina 68 dopo la tredicesima riga. Il provvedimento riporta quanto segue: “Il rigo SX47 è riservato ai sostituti d’imposta che hanno riconosciuto nel corso del 2014 il credito bonus Irpef. In particolare indicare:

– nella colonna 1, l’ammontare del credito bonus Irpef riconosciuto dal sostituto d’imposta nell’anno 2014. Si precisa che tale ammontare deve essere indicato al lordo di quanto eventualmente recuperato;
– nella colonna 2, l’ammontare del credito bonus Irpef riconosciuto e successivamente recuperato dal sostituto d’imposta in sede di effettuazione delle operazioni di conguaglio. Si precisa che detto credito recuperato può riferirsi anche a crediti bonus Irpef riconosciuti da precedenti sostituti d’imposta;
– nella colonna 3 il credito bonus Irpef che residua e che può essere utilizzato l’anno successivo”.

Le modifiche evidenziate con il Provvedimento di cui al Prot. 64322/2015, si rendono necessarie per correggere alcuni errori materiali riscontrati successivamente alla pubblicazione dei predetti modelli di dichiarazione sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate e delle relative specifiche tecniche.

FONTE: fiscal-focus.info

image_pdfimage_print