Cosa fare in caso in caso di fatture cartacee di fine 2018 ricevute nel 2019?

Come dobbiamo trattare le fatture di acquisto datate 2018 ma ricevute nel 2019, non in formato elettronico ma cartacee, oppure via e-mail? 
La questione riguarda tanto il fornitore (può ancora emettere a inizio gennaio le ultime fatture cartacee riportanti data 31.12.2018?) quanto il cliente (può ancora accettare, a inizio 2019, l’arrivo delle fatture cartacee?). 
Al quesito ha risposto l’Agenzia delle Entrate in una delle FAQ pubblicate sul proprio sito: “L’obbligo di fatturazione elettronica scatta per le fatture emesse a partire dal 1.01.2019. Pertanto, il momento da cui decorre l’obbligo è legato all’effettiva emissione della fattura. Nel caso rappresentato, se la fattura è stata emessa e trasmessa nel 2018 (la data è sicuramente un elemento qualificante) in modalità cartacea ed è stata ricevuta dal cliente nel 2019, la stessa non sarà soggetta all’obbligo della fatturazione elettronica”. 
Tutte le fatture che verranno spedite ai propri clienti dall’1/1/2019 dovranno essere inviate in formato elettronico. 
Ciò comporta che le fatture emesse con data 2018 ma spedite solo nel 2019 dovranno essere inviate, per essere considerate fiscalmente valide, in formato elettronico. 
In considerazione di ciò:

  • coloro che debbano emettere fatture a fine anno senza voler adempiere già per queste fatture di dicembre 2018 alla loro emissione in formato elettronico devono organizzarsi emettendo e spedendo le fatture entro il 31/12/18. Sicuramente le fatture non potranno essere inviate nei primi giorni di gennaio in formato analogico tramite email o pec, in quanto in questo caso sarebbe evidente l’invio avvenuto nel 2019.
  • coloro che ricevano nel 2019 una fattura cartacea da un fornitore mediante email o Pec che ne certifichi l’invio nel 2019 è essenziale che rifiutino tale fattura pretendendone l’invio in formato elettronico, non potendo detrarre ne’ l’Iva, ne’ il costo indicati in tale documento cartaceo. 
     

Gli uffici del settore fiscale della Abruzzo Consulting sono disposizione per qualsiasi chiarimento. 
Dr.ssa Tomassi Ilaria – Dottore Commercialista – Revisore Contabile – Tel. 0871/411530

image_pdfimage_print