Dazi: Unimpresa, tutelare made in Italy senza chiuderci a riccio

“Nella consapevolezza che qualsiasi misura su eventuali dazi alle importazioni spetta all’Unione europea e non al governo italiano né di altri singoli paesi membri dell’Ue, riteniamo fondamentale ribadire che il made in Italy va tutelato, ma sarebbe sbagliato chiudersi a riccio. L’internazionalizzazione vuol dire reciprocità, senza timori, nel rispetto di un piano di regole livellato e uniforme, e nella consapevolezza del valore dei prodotti italiani”. Lo dichiara il presidente di Unimpresa, Giovanna Ferrara, a proposito del dibattito, fra i partiti candidati alle elezioni del 4 marzo, sui dazi e misure protettive per le importazioni.

image_pdfimage_print