Unico e Irap: modifiche ai modelli

UnicoCon Provvedimento del 30 aprile 2015, l’Agenzia delle Entrate comunica che sono state apportate alcune modifiche alle istruzioni dei modelli di dichiarazione Unico 2015-ENC, Unico 2015-SC, Unico 2015-SP, Consolidato nazionale e mondiale 2015 e Irap 2015, che sono stati approvati con separati provvedimenti del 30 gennaio 2015 e alle relative specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati, approvate con separati provvedimenti del 16 febbraio 2015. Conseguentemente sono stati modificati i modelli di dichiarazione Unico 2015-ENC, Unico 2015-SC e Unico 2015-SP, approvati con separati provvedimenti del 30 gennaio 2015 e le istruzioni generali comuni ai modelli Unico 2015 delle società e degli enti.

Le modifiche alle istruzioni e ai modelli di dichiarazione si rendono necessarie per l’aggiornamento e la correzione di alcuni errori materiali riscontrati successivamente alla loro pubblicazione sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate.

Le modifiche apportate non ritoccano solamente le istruzioni alla compilazione dei modelli con modifiche a tabelle, dicitura colonne, numeri di riferimento, ma anche gli stessi modelli aggiungendo colonne che prima non erano state inserite. È ad esempio il caso della dichiarazione Unico 2015-ENC che, al provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 30 gennaio 2015, vede riportare le seguenti modifiche:

– nel quadro RT del modello, nel rigo RT68, viene aggiunta la “colonna 1” e la colonna 2 viene denominata “Imposta rideterminata start up”;
– in corrispondenza del rigo RT92, viene aggiunta la “colonna 2”;
– nel titolo del rigo RT104, le parole “RN32, col, 4” sono sostituite con le parole “RN26, col. 2 e/o PN8”.

Le istruzioni generali comuni ai modelli Unico 2015 delle società e degli enti risultano piene di refusi: alla pagina 14, infatti, in corrispondenza della prima tabella, le parole “17 novembre” sono sostituite con le parole “16 novembre”. Il Provvedimento con una sola frase corregge la suddetta data che è stata ripetutamente evidenziata nelle 17 pagine. Ma non basta, gli stessi periodi d’imposta sembra non siano stati riportati correttamente in vari punti: alla pagina 142 delle istruzioni al modello di dichiarazione Unico 2015 – ENC nel periodo “ATTENZIONE: per agevolare la compilazione del quadro, la numerazione delle sezioni e dei righi è identica in tutti i modelli UNICO 2014 e la stessa non è consecutiva” la parola “2014” è sostituita con la parola “2015”.

Questi sono solo alcuni dei casi in cui sono state apportate modifiche alle istruzioni dei modelli di dichiarazione Unico 2015-ENC, Unico 2015-SC, Unico 2015- SP, Consolidato nazionale e mondiale 2015, Irap 2015 e alle istruzioni generali comuni ai modelli Unico 2015 delle società e degli enti, nonché ai modelli di dichiarazione Unico 2015-ENC, Unico 2015-SC e Unico 2015-SP, approvati con separati provvedimenti del 30 gennaio 2015.

Il Provvedimento, che fa un elenco di modifiche in ben 17 pagine, ritocca anche alcuni punti delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati contenuti nei modelli Unico 2015-ENC, Unico 2015-SC, Unico 2015-SP, Consolidato nazionale e mondiale 2015 e Irap 2015, approvate con separati provvedimenti del 16 febbraio 2015.

FONTE: fiscal-focus.info

image_pdfimage_print